La via dello sport

Il fascino delle Terme in Calabria

Descrizione

I centri termali calabresi offrono la possibilità di trascorre una pausa di relax e benessere, oltre che rivelarsi utili per la prevenzione e il trattamento di diverse patologie, come quelle dermatologiche, respiratorie, ginecologiche, vascolari e reumatiche.

La peculiarità delle terme calabresi sta nella loro posizione panoramica, immersa nel verde o il più delle volte vicino al mare.

Sono ben cinque gli stabilimenti presenti nella regione: le Terme di Spezzano Albanese e le Terme della Sibarite, a Cassano allo Jonio, entrambe nell’alto ionio cosentino; le Terme Luigiane, le Terme di Caronte e le Terme di Galatro, che si snodano, invece, nel versante tirrenico, nei comuni di Acquappesa, Lamezia Terme e Galatro.

Le Terme di Spezzano Albanese, che si trovano all’interno di un parco, si caratterizzano, per lo più, per le acque salso-bromo-iodiche.

Nel cuore del Pollino, invece, sgorgano le acque bicarbonato-alcaline-sulfuree delle Terme della Sibarite, all’interno di un complesso moderno e attrezzato.

Giusto ad una manciata di chilometri dal mare si trovano le Terme Luigiane, la più antica stazione di cura, con la loro acqua sulfurea che arriva a toccare i 43° centigradi.

Le acque delle Terme di Caronte, che sorgono in un bosco secolare di querce, castagni e pini, pare fossero conosciute già in epoca romana grazie alle proprietà delle acque sulfuree-solfato-alcaline-terrose-iodiche-arsenicali.

All’interno di una valle, tra boschi e alberi di ulivo, si trova infine la stazione termale di Galatro, con acque sulfuree-salso-iodiche ad una temperatura di 37° centigradi.

Torna a La via dello sport