La via dei parchi

Pollino - La Via dell’Arberia

Descrizione

All’interno del territorio del Parco risiedono le comunità albanesi trasferitesi sin dal 1470.

Esse risiedono nei comuni lucani di San Paolo Albanese e San Costantino Albanese e nei comuni calabresi di San Basile, Lungro, Plataci, Frascineto e Civita.

Un itinerario turistico di particolare bellezza, alla riscoperta dei valori, delle tradizioni, dei costumi delle comunità albanesi all’interno del Parco è la Via dell’Arberia, volta a riscoprire il confronto tra modernità e tradizione in un percorso suggestivo.

L’itinerario si caratterizza in un percorso che dal comune di Acquaformosa attraversa i comuni di Lungro, Plataci, San Basile, Frascineto e Civita, alla riscoperta delle peculiarità della comunità Arbëreshë, dalla lingua, ai costumi, alle feste, alle tradizioni, alla religione, con il significativo rito greco ortodosso.

Le colonie italo-albanesi dell’Italia meridionale si formarono dopo il 1468, anno della morte di Giorgio Castriota Scanderbeg, eroe della resistenza albanese contro gli ottomani, a seguito della migrazione di popolazioni dalla parte meridionale del territorio albanofono (Ciameria, Morea) per sfuggire all’impero turco.

Uscendo dal parco del Pollino e proseguendo verso sud sull’A2 si possono visitare gli altri comuni della comunità Arbëreshë situati lungo il percorso dell’Autostrada del Mediterraneo: Santa Sofia d’Epiro, San Demetrio Corone, San Cosmo Albanese, Vaccarizzo Albanese, San Giorgio Albanese, (tali paesi tra l'altro fanno parte dell'Unione dei Comuni denominata, appunto, " Unione Arberia"), Cerzeto, Cervicati, Mongrassano, San Martino di Finita e San Benedetto Ullano.

Torna a La via dei parchi

Altafiumara
Scopri le Eccellenze