La via dei parchi

Parco Nazionale della Sila

Lago Arvo (ph. G. Bevacqua)

Lago Cecita

Lago Ampollino

Descrizione

È nel cuore della Sila il Parco Nazionale che abbraccia le province di Catanzaro, Cosenza e Crotone.

Ha una forma allungata Nord - Sud, con tre bacini artificiali e la maggiore percentuale di superficie boschiva tra i Parchi italiani, costituita in prevalenza da faggeti e boschi di laricio.

Adotta come simbolo il lupo.

Il Parco Nazionale della Sila rappresenta la Decima Riserva della Biosfera italiana nella Rete Mondiale dei siti di eccellenza Unesco.

Il Parco comprende le tre vaste aree di Sila greca, a nord sino al Lago Cecita, la Sila grande, area più estesa che comprende il Monte Botte Donato, il Montenero, le Montagne della Porcina, il Monte Curcio, con i laghi Arvo e Ariamacina, la Sila piccola che inizia dal lago Ampollino e comprende i villaggi turistici del Catanzarese, solcata dall’ampia Valle del Savuto.

I laghi Arvo, Cecita ed Ampollino si trovano a quote comprese tra i 1100 e i 1400 m nel cuore del Parco Nazionale della Sila, un'area protetta di oltre 77.000 ha. Si tratta di tre invasi artificiali realizzati negli anni '20 del secolo scorso per fini irrigui e per la produzione di energia elettrica.

Presso il lago Arvo, nell’amena località di Lorica, hanno sede gli uffici amministrativi dell'Ente Parco Nazionale della Sila mentre, sulle sponde dell’Ampollino, sorge il Centro Visite e Museo dell’Acqua e dell’Energia di Trepidò (KR).

Il lago Cecìta è il più grande della Sila, si integra così bene nel paesaggio da sembrare quasi originario e connaturato alla Sila stessa, sì da costituirne una forte attrattiva turistica; ospita infatti il Centro Visite “Cupone”.

Scavi archeologici hanno inoltre documentato la presenza già a partire dal Paleolitico Inferiore dell'Homo erectus nella vallata del Lago Arvo, e da epoche successive nelle zone di Acri e Camigliatello.

Come attività produttive è attiva la pastorizia, l’agricoltura è prevalentemente legata alla produzione della patata della Sila IPG.

La patata silana è caratterizzata da forti caratteristiche organolettiche, quale unico prodotto di alta montagna coltivato al centro mediterraneo, ha una buccia molto protettiva e resistente agli agenti batterici. Viene prodotta in quantità notevoli nei comuni di Acri, Aprigliano, Bocchigliero, Celico, Colosimi, Longobucco, Parenti, Pedace, Rogliano, San Giovanni in Fiore, Serra Pedace, Spezzano della Sila, Spezzano Piccolo, Taverna.

Torna a La via dei parchi

Altafiumara
Scopri le Eccellenze