La via della fede

Santuario Santa Maria del Castello - Castrovillari

Descrizione

Le origini del Santuario di Santa Maria del Castello si perdono in tempi lontani, tra leggenda e storia. La tradizione narra che nel 1090 il conte Ruggero, fratello di Roberto il Guiscardo, volendo tenere a freno i tentativi di ribellione degli abitanti castrovillaresi, già insorti nel 1073 con Guglielmo Arenga, decise di erigere un castello sulla sommità del colle dell’antica città. I muri costruiti di giorno crollavano misteriosamente nel corso della notte, per cui Ruggero decise di far scavare più in profondità tutto il terreno circostante. Durante i lavori, si rinvenne un pezzo di muro sul quale era affrescata l’immagine della Vergine con il Bambino, che reca ancora i segni del piccone che la scalfì. Si gridò al miracolo e Ruggero fu costretto ad accontentare il desiderio del popolo di costruire sul luogo una chiesa nota, appunto, come Madonna del Castello.

Al periodo normanno risale la cripta con il loggiato soprastante, sorretta da imponenti contrafforti costruiti con blocchi in pietra squadrata. I lavori di riattamento, conclusi nel 1769 per opera del parroco Vito Chiaromonte, portarono, infatti, all’inversione dell’orientamento dell’edificio. Sulla facciata dell’attuale entrata del Santuario si apre un bel portale a sesto acuto, in pietra, di chiaro stile gotico, derivante dagli influssi dell’arte cistercense.


Video

Torna a La via della fede

Altafiumara
Scopri le Eccellenze